Dalle h.12:00 del 25 luglio 2019, questo portale di e-commerce verrà messo in modalità "catalogo", senza la possibilità di effettuare nuovi acquisti, ferma restando la facoltà di accedere all’area riservata per consultare il carrello degli acquisti già completati.

Dalle ore 13:00 del 25 luglio 2019 sarà disponibile il nuovo portale di e-commerce per effettuare i nuovi acquisti al seguente indirizzo: https://eshop.ordinearchitetti.mi.it
Marco Zanuso e Milano  

home

Marco Zanuso e Milano

di / by Manolo De Giorgi
/ English text 

Maggiori dettagli

Da poco trascorso il centenario della nascita (2016), l’opera di Zanuso si ripresenta come un diedro complesso dalle molte sfaccettature. La sua eredità, che è stata spesso letta come la forma di adesione più stretta ad un’idea di modernizzazione che aveva come interprete principale l’industria nei suoi aspetti più innovativi, può arricchirsi oggi di un nuovo elemento: la capacità di riconciliare modi diversi della produzione edilizia, di introdurre cioè momenti di mediazione tra la tecnologia come momento produttivo e la tecnica artigianale come passaggio anacronistico e di memoria tecnica. È un punto di vista che incomincia ad interessare soprattutto in questo nuovo secolo dopo che molto è cambiato rispetto al quadro generale in cui si muoveva il suo lavoro.

Soon after the centenary of his birth (2016), Zanuso’s work looks like a complex, multi-faceted dihedron. His legacy, which
has often been seen as the closest representation of an idea of modernization that is mainly interpreted in the most innovative
aspects of the industry can today boast a further element: the ability to reconcile different ways of building, or in other words
to mediate at times between technology, as an aspect of production, and artisan skill, as an anachronistic transition and
technical recollection. This is a new viewpoint that is growing in interest, particularly in this century when much has changed compared to the general framework in which he was working.





  • Altezza: 24
  • Larghezza: 15,5
  • autore: Manolo De Giorgi
  • editore: Fondazione FOAMi
  • anno: 2018
  • pagine: 120
  • copertina: morbida
  • ISBN: 978-88-31942-08-9
  • Grafica: studio Folder